Title Image

Credit Village 2015

Home  /  News   /  Credit Village 2015
credit village banner

Eagle Networks è sponsor ufficiale del 9° Credit Village Day.

Hotel Crowne Plaza Milan Linate – 2 Dicembre 2015

Eagle Networks propone soluzioni di classe enterprise per comunicazione, collaborazione e file sharing, backup e recovery, conservazione dei dati, gestione documentale, archiviazione legale, Cloud Computing e Cloud Application.

Le nostre soluzioni ad altissima affidabilità e certificate secondo i più rigidi standard internazionali, soddisfano le esigenze delle Aziende operanti nel settore Creditizio e Finanziario.

credit village

9° CREDIT VILLAGE DAY

ATTENTI AL LUPO… Dalle giuste tutele al blocco del sistema?

In questi anni di crisi, il settore della tutela del credito ha assunto sempre più un ruolo macroeconomico cruciale. In un’economia in cui:

  1. il PIL pro capite ha perso il 9%;
  2. il tasso di disoccupazione sfiora il 13%, e quella giovanile sfonda quota 44%;
  3. le banche hanno tassi di crediti deteriorati che varia tra il 10% ed il 25%;
  4. il sistema giudiziario si caratterizza per una patologica lentezza, con la durata media dei procedimenti civili di 7.4 anni;

il ricorso ai canali stragiudiziali per il recupero dei crediti appare il baluardo per arginare la spirale di incertezza, bassi investimenti, credit crunch e scarso cash flow che ha caratterizzato l’attuale congiuntura.

Partendo da questi temi, il Dipartimento di Economia dell’Università di Genova, ha effettuato uno studio basato sui dati del V° rapporto UNIREC (maggio 2015), e ne ha ricavato spunti interessanti.

Dal rapporto risulta che l’importo complessivo dei crediti recuperati dalle imprese operanti nel settore sia di circa 10 miliardi (di cui 5.7 recuperati nel solo ambito bancario) su 56 miliardi totali di crediti affidati.

Tanto per dare un ordine di grandezza a questi dati, lo studio fa un paragone con quanto recuperato dall’Agenzia delle Entrate che, con un numero di addetti – i cui costi sono a
carico dei contribuenti – pari al doppio di quelli delle imprese UNIREC (che non costano nulla alla comunità), e con gli strumenti coercitivi di cui gode, in un anno riesce a recuperare una cifra poco superiore, pari a 14 miliardi di euro di lotta all’evasione fiscale.

continua a leggere